Falco pecchiaiolo

Falco pecchiaiolo Pernis apivorus (Linnaeus, 1758)
Phylum:
Chordata
Classe:
Aves
Ordine:
Falconiformes
Famiglia:
Accipitridae
Località di provenienza: Ischia, Napoli, Campania, Italia
Collezione: Mario Schettino
N. Catalogo: Z4600

Esemplare naturalizzato (lunghezza 64 cm circa) di femmina di falco pecchiaiolo Pernis apivorus, catturato il 4 maggio 1914 a Ischia (NA).

Falco pecchiaiolo Pernis apivorus Z 4600.

Esemplare naturalizzato (lunghezza 64 cm) di femmina di falco pecchiaiolo Perins apivorus, catturato il 4 maggio 1941 a Ischia (Na).
Il reperto appartiene alla prestigiosa Collezione “Mario Schettino”, una delle più belle raccolte ornitologiche d’Italia, realizzata da Mario Schettino tra il 1901 ed il 1937 e donata nel 1937 al Museo Zoologico. L’esemplare, come molti altri della collezione, appartiene ad una specie rara per la fauna campana ed a rischio di estinzione.
Rapace dell’ordine dei Falconiformi, ha medie dimensioni, capo esile, collo particolarmente lungo, ali molto larghe alla base, coda relativamente lunga ed è caratterizzato da una barratura scura su fondo chiaro presente sulla faccia ventrale delle penne remiganti e da tre barre scure presenti sia sulla parte superiore che inferiore della coda. Il piumaggio del capo ha colore differente nei due sessi (dimorfismo sessuale).
Specie migratrice, trascorre l’inverno nella zona a sud del Sahara e in primavera giunge in Europa, dove nidifica su alberi in complessi forestali. Il nido può essere costruito ex-novo, oppure vengono utilizzati vecchi nidi realizzati da altre specie.
Si nutre di larve ed adulti di imenotteri sociali; nei periodi in cui scarseggiano questi artropodi, la dieta viene integrata con altri animali e vegetali (frutti e bacche).
Le popolazioni europee di falco pecchiaiolo sono relativamente stabili, più abbondanti nell’Europa centro-orientale. In Italia all’inizio degli anni ‘80 venivano stimate circa 400 coppie, oggi sono state raggiunte quasi 2000 coppie.

Bibliografia:
BRICHETTI P., CAMBI D., 1981-82. Uccelli. Enciclopedia sistematica dell’avifauna italiana. Rizzoli, Milano, pp. 1440.
CHIAVETTA M., 1992. Guida ai rapaci diurni d’Europa, nord Africa e Medio Oriente. Zanichelli, pp. 374.
SCILLITANI G., PICARIELLO O., MAIO N., 1997. Il Museo Zoologico dell’Università di Napoli. Napoli,  Centro Stampa Università Federico II, 232 pp.

This entry was posted in Museo Zoologico. Bookmark the permalink. Both comments and trackbacks are currently closed.