Abele De Blasio

Nato a Guardia Sanframondi nel 1858, Abele De Blasio ha rivestito un ruolo preminente nella ricerca e nello studio della preistoria del territorio beneventano. Medico chirurgo, chimico e naturalista, coltivò interessi nei campi più svariati, dalla criminalità al brigantaggio alla stregoneria. Fu discepolo di Giustiniano Nicolucci, medico e titolare della prima Cattedra di Antropologia istituita all’Università di Napoli nel 1880. Proprio come assistente di Giustiniano Nicolucci lavorò attivamente alla nascita e allo sviluppo del Museo di Antropologia dell’Università di Napoli, istituito dal suo maestro nel 1881. Nel 1892 provvide ad una delle prime sistemazioni del Museo, risultandone di fatto il curatore anche quando l’istituzione non fu più sotto la direzione del Nicolucci. Nel corso della sua attività di studioso si occupò di Antropologia culturale, tenendo per due anni la cattedra di Etnografia presso l’Istituto Orientale di Napoli. Dedicò numerosi articoli alle scoperte di preistoria e protostoria, di cui spesso era autore. In particolare, fu profondo conoscitore del territorio di Guardia Sanframondi e del territorio sannita in generale, compì  ricerche nei comuni di S. Lorenzo Maggiore, Pontelandolfo, Morcone, ed, inoltre, nel Sannio irpino e molisano. Si accinse a pubblicare un volume dedicato al Sannio preistorico (De Blasio, 1915), ma lo studio non vide mai la luce.
Di De Blasio viene ricordato anche il ruolo attivo avuto nel collezionismo campano tra l’Ottocento e il Novecento. Le sue raccolte sono oggi divise tra il Museo Provinciale del Sannio Beneventano, il Museo di Antropologia del Centro Musei delle Scienze Naturali, ed alcuni familiari. Purtroppo, molti dei materiali beneventani provenienti dalle raccolte di Abele De Blasio sono andati perduti. Quelli presenti nel Museo di Antropologia hanno sofferto le alterne vicende del museo nel periodo bellico e postbellico. Negli anni ’80 del secolo scorso, un attento lavoro di ricerca e di “scavo” effettuato all’interno del Museo ha consentito di recuperare numerosi reperti della Collezione De Blasio, che costituiscono oggi una preziosa testimonianza per la conoscenza della preistoria del territorio beneventano. Abele De Blasio morì a Napoli nel 1945.

Bibliografia:
FEDELE F., 1999. Il Museo di Antropologia: origini, sviluppo e riscoperta, in I Musei Scientifici dell’Università di Napoli Federico II, a cura di Fratta A., Fridericiana Editrice Universitaria, 185-259.
VARRICCHIO T., 2006. La Preistoria nel Territorio Beneventano. Analisi delle Industrie Litiche. Tesi di Specializzazione in Ecologia Preistorica, Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.   

This entry was posted in Link. Bookmark the permalink. Both comments and trackbacks are currently closed.