Crostacei

Morfologia di un Crostaceo.

Morfologia di un Crostaceo.

Appartenenti al phylum degli Arthropoda, il gruppo più vasto del Regno Animale, i Crostacei si differenziano da tutti gli altri Artropodi per la presenza di due paia di antenne (antennule ed antenne) Altri caratteri distintivi sono:

  • la suddivisione del corpo in tre segmenti: capo, torace e addome (spesso i primi due sono fusi assieme a formare un cefalotorace);
  • la presenza, in tutti generi, di un’appendice terminale detta telson;
  • la presenza, nella maggior parte dei generi, di un carapace che copre, completamente o solo in parte, il corpo. Esso, a forma di scudo, si origina nel bordo posteriore del capo e si estende sul tronco avvolgendolo e saldandosi ad esso.

Il carapace rappresenta la parte di una struttura più complessa detta esoscheletro, il cui componente fondamentale è la chitina che in moltissime specie è infiltrata di carbonato di calcio. Essa è una sostanza cornea, secreta da uno strato di cellule ectodermiche, che riveste il corpo e tutte le appendici, formando una struttura rigida che ha la funzione di proteggere le parti molli dell’animale. La funzione di locomozione è resa possibile dalla divisione in piastre separate dell’esoscheletro.
In maggioranza marini popolano, talvolta, anche gli ambienti  salmastri, di acqua dolce ed anche terrestri. Le  forme marine sono le più numerose e comprendono la maggior parte delle circa 25000 specie di crostacei diffuse in tutto il mondo.

This entry was posted in Link. Bookmark the permalink. Both comments and trackbacks are currently closed.