Francesco Saverio Monticelli

Francesco Saverio Monticelli (1863 - 1928)

Francesco Saverio Monticelli (1863 - 1928) da ritratto nella Biblioteca del dipartimento di Zoologia di Napoli

Nacque a Napoli il 5 settembre 1863 e vi morì il 5 settembre 1928 per una grave malattia polmonare. Si laureò in Scienze Naturali, divenendo allievo di Salvatore Trinchese, celebre professore di Anatomia Comparata. Nel 1888 conseguì la docenza in Zoologia ed Anatomia Comparata. Grazie alle agiate condizioni economiche visitò i musei e gli istituti più importanti d’Europa. Nel 1894 vinse il concorso a professore ordinario di Zoologia ed Anatomia Comparata presso l’Università di Sassari. Dapprima insegnò a Cagliari e a Modena, poi ottenne la cattedra di Zoologia a Napoli, dove rimase fino alla morte.
Nel 1900 assunse la direzione del Museo ed è ricordato perché riorganizzò i locali del museo nonché l’esposizione delle collezioni in base ai principi dell’evoluzionismo darwiniano di cui era un fervente sostenitore.
Fu anche direttore dell’Istituto di Antropologia ed ebbe la direzione scientifica della Stazione Zoologica dal 1917 al 1924. Fu Cavaliere della Legion d’Onore, membro della Commissione Internazionale per la Nomenclatura Zoologica e della Commissione Internazionale per la Parassitologia. Fu eletto tra i primi venti elmintologi del mondo: famosi sono i suoi studi sui Platelminti, Nematodi, Acantocefali e Nemertini. A lui si deve la scoperta presso la Stazione Zoologica del Placozoo Treptoplax reptans che E. Häckel definì la gastrula vivente. Si occupò anche di Cnidari, Crostacei e Chirotteri. Dal 1915 contribuì all’ammodernamento dei laboratori e dell’acquario presso la Stazione Zoologica, incrementando anche la biblioteca e le collezioni museali.

Bibliografia:
BOTTE V., SCILLITANI G., 1999. Il Museo Zoologico, in I Musei Scientifici dell’Università di Napoli Federico II, a cura di Arturo Fratta, Fridericiana Editrice Universitaria, pp. 141-183, Napoli.
MAIO N., PICARIELLO O., SCILLITANI G., 1995. Storia e vicissitudini del Museo Zoologico dell’Università di Napoli Federico II. Museologia Scientifica, XII, 3-4, pp. 189-225.

This entry was posted in Link. Bookmark the permalink. Both comments and trackbacks are currently closed.