Testudinati

Testuggine raggiata (Geochelone radiata) Z389

Testuggine raggiata (Geochelone radiata) Z389

Hanno corpo rivestito da una corazza suddivisa in carapace dorsolaterale e piastrone ventrale, costituita da una componente ossea profonda saldata allo scheletro da placche cornee superficiali. Per difesa testa, zampe e coda possono essere retratte nella corazza. Le zampe, cilindriche e brevi, sono palmate nelle specie acquatiche o trasformate in pinne in quelle marine.
Sono ovipari. Caratteristica è la presenza di un dentino corneo, posto sulla punta del muso, che al termine dello sviluppo embrionale consente al piccolo di rompere il guscio e fuoriuscirne, scomparendo una volta assolta la sua funzione.
Possono essere carnivori o vegetariani.
Come testimoniano i primi fossili del gruppo, simili alle specie attuali, i Testudinati sono i Rettili meno evoluti. Attualmente sono note circa 250 specie diffuse sui continenti e nei mari caldi e temperati.
Nelle specie terrestri il movimento è tipicamente lento a causa del peso della corazza. Le specie acquatiche, invece, riescono a nuotare a velocità più sostenute, grazie ad un assottigliamento della corazza.
A questo ordine appartengono tartarughe e testuggini. Le tartarughe da sempre sono tra i Rettili quelli maggiormente apprezzati: già anticamente le corazze venivano utilizzate per realizzare scudi, mentre la carne e le uova venivano utilizzate come alimento. Questo sfruttamento insieme al crescente inquinamento ha portato a una notevole riduzione di questi animali.

Bibliografia:
BADINO G., MASUTTI L., LODI E., TORTONESE E., ANDREOLI R., TORCHIO M., BRUNO S., GUERRA M., CAGNOLARO L.,  2005. La Scienza. Il Regno Animale. Volume II, UTET Cultura, pp. 779.

This entry was posted in Link. Bookmark the permalink. Both comments and trackbacks are currently closed.