Fluorescenza

La luminescenza è un fenomeno che consiste nell’emissione di debole luce da parte di minerali che contengono ioni chiamati attivatori (sono ioni di metalli di transizione). Il fenomeno può essere indotto in vari modi: per sfregamento con un panno di lana (triboluminescenza), per riscaldamento a temperatura moderata (termoluminescenza), per irraggiamento con raggi X o con luce ultravioletta o raggi catodici. Se l’emissione della luce termina con l’irraggiamento si ha il fenomeno della fluorescenza , se l’emissione della luce continua anche dopo l’irraggiamento si ha il fenomeno della fosforescenza.
Il fenomeno della fluorescenza fu osservata la prima volta sui cristalli di  fluorite. Gli elettroni, eccitati da radiazioni invisibili a minor lunghezza d’onda, vengono spostati a livelli di energia più elevati; se l’eccitazione originale è indotta da luce ultravioletta, la fluorescenza si manifesta in genere per riemissione di radiazioni di lunghezze d’onda del campo del visibile. I colori di fluorescenza non hanno nessuna relazione con il colore naturale del minerale e possono variare anche nei diversi esemplari dello stesso minerale. Fra i minerali che presentano questo fenomeno ricordiamo l’apatite, la calcite, la scheelite, l’autunite, la scapolite.

Cristalli di Apatite (2mm) in un proietto dell’eruzione del Vesuvio dell’aprile del 1872. Collezione Vesuviana, n.catalogo 11074 D1535.  a) luce naturale b) luce ultravioletta ad onda corta c) luce ultravioletta ad onde lunghe

Cristalli di Apatite (2mm) in un proietto dell’eruzione del Vesuvio dell’aprile del 1872. Collezione Vesuviana, n.catalogo 11074 D1535. a) luce naturale b) luce ultravioletta ad onda corta c) luce ultravioletta ad onde lunghe

This entry was posted in Link. Bookmark the permalink. Both comments and trackbacks are currently closed.