Condrodite

Condrodite
Località di provenienza
: Nocera Inferiore, Salerno, Campania, Italia
Collezione
: Collezione Minerali dei Tufi Campani
Dimensioni
: 8 x 2 x 6 cm
Dimensioni cristalli
: < 0.2 mm
Classe
: silicati
Sottoclasse
: nesosilicati
Gruppo
: humiti
Sistema cristallino
: monoclino
N. Catalogo
: 9543 C4158.


Formula cristallochimica: (Mg,Fe)5[SiO4] 2 (F,OH)2

Condrodite, n. Catalogo 9543 C4158

Condrodite, n. catalogo 9543 C4158

Il reperto è un calcare metamorfosato con cristalli di condrodite di colore rosso associati a cristalli di flogopite, fluoborite e fluorite. La condrodite è un minerale piuttosto raro e fu rinvenuto nel 1885 nei calcari metamorfosati inclusi nell’ignimbrite campana delle cave di Fiano in località Nocera Inferiore (Salerno), da Arcangelo Scacchi che ritenne di aver scoperto una nuova fase cristallina che chiamò fluosiderite. Lo Scacchi descrisse solo parzialmente il minerale a causa delle dimensioni troppo piccole dei cristalli, pertanto non analizzabili in dettaglio con le strumentazioni dell’epoca. Nel 1919 Ferruccio Zambonini riprese lo studiò di questo minerale ma anche lui non riuscì a ben identificarlo, cosa che avvenne solo nel 2002. Il minerale fu identificato come F-rich chondodrite la cui cristallizzazione è legata a processi termometamorfici-metasomatici relativi alla messa in posto dell’ignimbrite campana particolarmente ricca in volatili fra i quali dominava il fluoro.
La condrodite, il cui nome deriva dal greco chondros, grano in riferimento all’aspetto frequentemente granulare del minerale, è un nesosilicato scoperto nel 1817 da C. D’Ohsson. La condrodite appartiene al gruppo delle humiti minerali che presentano struttura, composizione chimica e proprietà ottiche simili. Si rinvengono in calcari e dolomie che hanno subito processi metamorfici e metasomatici, negli skarn associati a giacimenti minerari al contatto con rocce plutoniche acide.

Fotografie al microscopio elettronico a scansione (SEM) di cristalli di F-rich chondodrite. Fiano, Nocera Inferiore, Salerno, n. Catalogo 9386 C4001. Collezione Minerali dei Tufi Campani, Real Museo Mineralogico.

Fotografie al microscopio elettronico a scansione (SEM) di cristalli di F-rich chondodrite. Fiano, Nocera Inferiore, Salerno, n. catalogo 9386 C4001. Collezione Minerali dei Tufi Campani, Real Museo Mineralogico.

Bibliografia:
BALASSONE G., FRANCO E., MATTIA C.A., PETTI C., PULITI R., 2002. Re-examination of fluosiderite, an unknown mineral from southern Italy: equal to fluorine-rich chondrodite. Eur.J. Mineral, 14,151-155.
d’ohsson c., 1817. Handl. Kon.Vet.Akad., Stockolm, 210
DEER W.A., HOWIE R.A., WISE W.S., ZUSMANN J., 2004. Rock- forming minerals. Vol.4B, (2a ed.), The Geological Society, London, 982 pp.
SCACCHI A. 1887. La regione vulcanica fluorifera della Campania. Atti R. Acc. Sci. Fis.Mat.,2,1-48.
ZAMBONINI F. 1919. Il tufo pipernoide della Campania e i suoi minerali. Mem.desc.carta Geol. It.,7,2-130.

This entry was posted in Real Museo Mineralogico. Bookmark the permalink. Both comments and trackbacks are currently closed.