Spinello

Spinello
Località di provenienza:
Complesso vulcanico Somma- Vesuvio, Napoli, Campania, Italia
Collezione:
Collezione Vesuviana
Dimensioni reperto:
5×4x7 cm
Dimensioni cristallo:
1 mm
Classe:
ossidi
Gruppo:
spinello
Sistema cristallino:
cubico
N. Catalogo:
10544 D955

Formula chimica: MgAl2O4

Spinello, n.catalogo 10544 D955

Spinello, n.catalogo 10544 D955

Cristallo di spinello rosso chiaro con habitus ottaedrico modificato da facce del rombododecaedro e lucentezza vitrea in un proietto calcareo. Il reperto fu acquistato da Arcangelo Scacchi nel 1853 al costo di 0,80 ducati descritto nel Catalogo descrittivo dei minerali Vesuviani immessi nel Museo mineralogico della R. Università degli Studi: “Spinello di color rosso nella calcarea granellosa bianca. Vi è un piccolo e nitido cristallo in una profonda cavità della roccia. Saggio di palmi 0.36.”
La prima descrizione dello spinello in rocce vesuviane si deve a Delamétherie (1800). Nelle rocce vesuviane è frequente lo spinello nero (varietà pleonasto), più rari gli spinelli rossi e verde chiaro (varietà clorospinello). Gli spinelli neri si rinvengono nei proietti metamorfosati mentre gli spinelli rossi e verdi si rinvengono generalmente nei proietti carbonatici eruttati dall’apparato del Somma-Vesuvio. Lo spinello del Vesuvio si presenta in cristalli ottaedrici ma in alcuni casi lo sviluppo sproporzionato di due facce dell’ottaedro può far assumere loro un aspetto tabulare. Le dimensioni sono variabili da pochi millimetri per lo spinello nero a meno di 1 mm per le varietà colorate.
Lo spinello appartiene al gruppo dello spinello, di cui fanno parte oltre una ventina di ossidi. Presentano caratteri morfologici assai simili e, in genere formano cristalli ad abito ottaedrico. I minerali più comuni del gruppo, oltre allo spinello, sono la magnetite (Fe2+Fe3+O4) e la cromite (Fe2+Cr2O4).

 

Cristalli di spinello (1.5 mm) con habitus tabulare. Monte Somma, n.catalogo 16265 E4804, Collezione Vesuviana, Real Museo Mineralogico Dimensioni reperto: 5x4x7 cm.

Cristalli di spinello (1.5 mm) con habitus tabulare. Monte Somma, n.catalogo 16265 E4804, Collezione Vesuviana, Real Museo Mineralogico Dimensioni reperto: 5x4x7 cm.

 

Spinello (pleonasto) con humite e calcite. Monte Somma, n.catalogo 10542 D993. Gruppo di cristalli ottaedrici (>4.5 mm) ben formati ricoprenti un’area di 76x52 mm su un proietto calcareo (5x8x7 cm). Il campione fu immesso nel museo nel 1851; esso faceva parte di altri campioni dello stesso tipo acquisiti per scambio.

Spinello (pleonasto) con humite e calcite. Monte Somma, n.catalogo 10542 D993. Gruppo di cristalli ottaedrici (>4.5 mm) ben formati ricoprenti un’area di 76x52 mm su un proietto calcareo (5x8x7 cm).

Bibliografia:

DELAMÉTHERIE J.C., 1800. Journal de Physique, LI, 77
RUSSO M., PUNZO I., 2004. I minerali del Somma-Vesuvio. Associazione Micro-mineralogica Italiana, 317 pp.

ZAMBONINI F., 1910. Mineralogia Vesuviana. Atti della Reale Accademia delle Scienze Fisiche e Matematiche di Napoli, s.2,14,368 pp.

This entry was posted in Real Museo Mineralogico. Bookmark the permalink. Both comments and trackbacks are currently closed.