Tenorite

Tenorite
Località di provenienza:
Complesso vulcanico Somma- Vesuvio, Napoli, Campania, Italia
Collezione:
Collezione Vesuviana
Dimensioni reperto:
14×7x8 cm
Dimensioni cristallo:
max 2 mm
Classe: o
ssidi
Sistema:
monoclino
N. Catalogo:
11259 D1720

Formula chimica: CuO

Tenorite, 11259 D1720

Tenorite, 11259 D1720

Reperto raccolto sul cratere del Vesuvio nel luglio del 1881 e immesso nel museo nel marzo del 1883. È una scoria lavica su cui sono presenti cristalli lamellari di tenorite di colore nero e lucentezza metallica. La tenorite fu scoperta per la prima volta al mondo, nel 1825, da Giuseppe Semmola nelle scorie dei crateri formatesi nel corso dell’eruzione del Vesuvio del 1760 e fu dedicata al botanico napoletano Michele Tenore. È un minerale tipico delle fumarole di alta temperatura. Al Vesuvio è stata rinvenuta nelle fumarole legate alle diverse eruzioni che si sono succedute dal 1760 fino al 1944. In particolare, dopo l’ eruzione del 1944, la cristallizzazione di tenorite in cristalli fino ad 1 cm, fu abbondantissima. La tenorite si rinviene anche in altri ambienti geologici, in quanto è un minerale tipico delle zone di ossidazione dei depositi di rame.

Bibliografia:
PARASCANDOLA A., 1951. I minerali del Vesuvio nella eruzione del marzo 1944 e quelli formati durante l’attuale periodo di riposo. Boll. Soc. Geol.It.,70,523-526
RUSSO M., PUNZO I., 2004. I minerali del Somma-Vesuvio. Associazione Micro-mineralogica Italiana, 317 pp.
ZAMBONINI F., 1935. Mineralogia Vesuviana. II ed., a cura di E. Quercigh. Napoli 1935

This entry was posted in Real Museo Mineralogico. Bookmark the permalink. Both comments and trackbacks are currently closed.